lunedì 21 marzo 2011

Equazione per la pizza perfetta (7+7+7)




La pizza è il mio piatto forte, tutti sanno che mi piace fare la pizza e che solitamente mi riesce bene. Però fino a poco tempo fa per me la pizza era un “terno al lotto”: poteva venire ottima come orribile. Ho cambiato molte ricette alla ricerca di quella perfetta.
Ma... sbagliavo tutto!! Il vero punto di svolta non sta nella ricetta, ma nella cottura!
Vado subito al punto: ultimamente faccio la pizza con la ricetta presa da “Pane e roba dolce” delle Sorelle Simili, questa:

Ingredienti500 g farina 00 ( uso 200gr di farina integrale)
250 g acqua
50 g olio
25 g lievito di birra
10 g sale

Fate la fontana e mettete al centro il lievito sbriciolato e fondetelo con l’acqua, raccogliete un poco della farina, unite il sale, l’olio, e impastare tutto, lavorando e battendo ogni tanto.
(Io impasto con il bimby. Di solito preparo l'impasto durante la pausa pranzo, diciamo alle 14.00.)Fare un filone, copritelo a campana e lasciatelo riposare per circa un’ora e mezza.
(Io faccio lievitare fino a sera, verso le 19.00 quando torno a casa dal lavoro.)Trascorso questo tempo appiattite la pasta con il matterello (non lavoratela !!! altrimenti risvegliate il glutine e la pasta tornerà elastica e di difficile stesura) e trasferitela nella teglia.

E qui scatta il trucco:il forno deve essere caldissimo e alla massima temperatura: 240°/250°.
Si inforna la teglia di pasta condita solo con la salsa di pomodoro. Si cuoce per 7 minuti.
Poi si gira la teglia e si cuoce per altri 7 minuti.
Si estrae dal forno, si condisce a piacere, si mette la mozzarella e si inforna nuovamente per 7 minuti. In questo modo la pizza risulta ben cotta e non umida, il formaggio e il condimento saranno caldi ma non bruciati. Con questo metodo le ultime pizze che ci siamo mangiati a casa sono state una vera soddisfazione!

La pizza è un piatto che mi assomiglia, per molti motivi:

• la pizza è lunatica: fai quello che vuoi ma se non è giornata non è giornata
• ha bisogno di coccole e attenzioni
• mette allegria
• alcune volte fai fatica a digerirla
• è semplice ma completa
• con un bicchiere di birra va giù meglio
• ha una crosta croccante ma un cuore morbido
• tende a lievitare (maledetta genetica!!)



Con questa ricetta partecipo al mio primo contest:
"Se tu fossi una ricetta..." di Juls’ Kitchen
in collaborazione con Macchine Alimentari

2 commenti:

Juls @ Juls' Kitchen ha detto...

pizza perfetta davvero! che delizia! grazie per la partecipazione

Erica ha detto...

il trucco dei 7 minuti è davvero interessante ^_^