lunedì 18 luglio 2011

ESPERIMENTI



Le foto sono di una cena della scorsa settimana.

Per la precisione mercoledì sera.
Lo so con certezza perché il mercoledì è il giorno in cui passa il pescivendolo. In paese non c'è una pescheria, però due volte alla settimana un pescivendolo da Caorle si ferma con il suo furgone e quando posso ne approfitto.

Con il pesce sono alle prime armi. Sto imparando di volta in volta a comprarlo, pulirlo e cucinarlo.
Con grande soddisfazione mi accorgo che progredisco in fretta in tutte e tre le fasi.

So cosa comprare perché mi informo su ciò che è autoctono e di stagione. Poi ovviamente capita di comprare altro però è per la scienza (ve l'ho detto che devo imparare!).

Per quanto riguarda la pulizia vi dico solo che sono passata dai 30/40 minuti delle prime volte (per la pulizia di un orata, per esempio), ai 5 minuti di ora. Non chiedetemi come facevo a metterci mezzora a pulire un pesce, eppure vi assicuro che quelli erano i tempi!

Poi c'è la parte divertente: cucinarlo. Il pesce, si sa, più e semplice più è buono. Quindi spesso opto per cotture al forno semplici, o al sale.
Spesso e volentieri compro le Sarde. Ci piacciono molto, sono economiche, facili da preparare e molto gustose. Le uso di solito come antipasto, facendole per esempio fritte.
Questa volta volevo cambiare (e non avevo voglia di friggere!) così ho improvvisato e mi sono inventata queste:

INVOLTINI DI SARDE ESTIVE

Come pulire le sarde:
1- Si prende la sarda reggendola con la mano sinistra.
2- Con la mano destra si afferra la testa e si strappa con una presa decisa. Verranno via anche le interriora.
3- Con l'indice della mano destra si apre il ventre del pesce fino alla coda.
4- Ora che la sarda è aperta si estrae delicatamente la lisca e si sciacqua bene sotto l'acqua.

La prossima volta che le preparo faccio un video.



Ho preparato un ripieno per gli involtini con:
pomodoro fresco a pezzetti piccoli, due filetti di acciughe, un peperoncino verde, del pan grattato, basilico, sale e pepe.
Ho riempito le sarde e le ho posizionate in una piccola pirofila unta di olio. Ho cotto in forno a 180° per 15-20 minuti.
Il risultato ci è piaciuto: erano delicate ma saporite. Per essere una ricetta improvvisata e casuale non era male!


Quella sera ho preparato anche altro:
  • spiedini di melone, feta e basilico (da un'idea di Alessia )
  • insalata di pesce ( una seppia lessata e condita con carote, sedano rapa, olive e abbondante prezzemolo)
  • melanzane tagliate a metà, incise con un coltello, condite con olio, sale e prezzemolo e cotte in forno per 45 minuti
  • peperoni tagliati a coste e conditi con olio sale e origano, cotti in forno per 45 minuti.
  • Patate novelle (del suocero) pulite bene, condite con sale e rosmarino, cotte in forno (intere e con la buccia) per 1 ora circa.



Tra il menù, la cena all'aperto e il vino, il relax è assicurato!

7 commenti:

Oxana ha detto...

Ciao Lauretta!
Grazie mille per i auguri:))
Io adoro il pesce! Mangerei anche a colazione:)) Io ho una fortuna che il mio marito ogni tanto riesce a pescarmi qualcosa oppure compro al mercato in città. Qui il pesce arriva da Grado e sempre fresco.
Bella tavolona avete fatto:)
Bacione grande grande

Luciana ha detto...

Complimenti è una splendida tavolata estiva!!! Ricordo che i primi tempi anche io ho avuto molte difficoltà a pulire e cucinare il pesce, pensa che una volta ho fatto i gamberoni al sugo e li ho fatti cuocere così tanto che alla fine si sono consumati, erano rimaste solo le scorze!!! Che frane che ero!!! Capisco la tua soddisfazione ad ogni passo avanti...Un bacio e buona settimana ;)

Laura ha detto...

Ciao Oxana, grazie dei saluti. Ci sentiamo...

Ciao Luciana. Grazie dei complimenti. Ricordo che un pò di anni fa al ristorante con il mio capo di allora, ho lasciato nel piatto degli scampi perché pensavo fossero decorativi!! Per fortuna si impara, direi... Ciao

max - la piccola casa ha detto...

davvero interessanti questi involtini, bravissima!

marifra79 ha detto...

Una splendida tavola estiva!! Sarà sicuramente stata una piacevole e ottima cena!! Un abbraccio e buonissima serata
ps.caffè è splendido

Laura ha detto...

Ciao Max. Grazie dei complimenti e della visita. Ci sentiamo...

Ciao Marianna, grazie anche a te dei complimenti. Il bello di queste tavolate estive e di mangiare fuori è che ti sembra sempre di essere in vacanza. almeno per me è così... Buona giornata anche a te, a presto...

Anonimo ha detto...

ho avuto il privilegio di degustare le sarde abbinate a un ottimo lison classico. Le ho trovate decisamente sfiziose. codopa